3 years ago

Brusca parassitaria

 

Questa malattia interessa essenzialmente le foglie determinando disseccamenti parziali di colore rosso mattone a margini sfumati che successivamente diventano bruno cenere limitati da bordi di colore marrone scuro.

La malattia si riscontra in quasi tutte le aree olivicole e si evidenza nelle annate in cui si verificano elevate umidità ed alte temperature nel periodo autunnale. In ogni caso difficilmente interessa l’intero oliveto, ma solo piccole aree e con attacchi di lieve entità.

Il fungo penetra nelle foglie in autunno attraverso gli stomi e invade i tessuti fogliari in breve tempo determinando sotto l’epidermide della pagina inferiore le fruttificazioni agamiche, picnidi, poco evidenti per le loro dimensioni ridotte. I picnidi producono dei picnoconidi unicellulari che costituiscono le forme di diffusione della malattia.

Si tende, in alcuni casi, ad associare alla brusca parassitaria quella non parassitaria i cui sintomi sono simili macroscopicamente, ma differiscono per alcuni aspetti. Nella brusca non parassitaria l’alterazione è determinata dall’azione dei venti asciutti, sciroccali, ecc., inizia con disseccamenti dell’apice della foglia in corrispondenza del mucrone, dove vi è maggiore

Registrati per leggere tutto